STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Un S.Valentino specialeLORETTA (un' amica davvero perfetta)Verginità anale perdutaMi scopo Elisa in macchina.mia moglie cagnaRitorno in palestra - 1AMICHE E PUTTANE PER UN GIORNOTunisia parte 1
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

INCONTRO BOLLENTE CON UN RAGAZZO DELLA CHAT
Erano le 20 in punto e Carlo non era ancora arrivato. Mi sedetti su una panchina e lo aspettai. Ero emozionata, quello doveva essere il nostro primo incontro, visto che l'avevo conosciuto in chat e non l'avevo mai visto prima d'ora. Di lui, conoscevo solo la voce, sensuale e profonda, che adoravo.
Mi squillò il telefono: era lui. Risposi e mi disse che si trovava davanti al duomo. Mi voltai e vidi il ragazzo più bello che abbia mai visto: alto 1 metro e novanta, magro, ma con le spalle larghe e un viso stupendo, con gli occhi verdi e i capelli neri.
Mi alzai dalla panchina e mi diressi a passo rapido verso di lui. Ero eccitata da impazzire, avevo tutta la figa lubrificata. Carlo quando mi vide, mi lanciò un'occhiata che se avesse potuto mi avrebbe spogliata con gli occhi in quel preciso momento, d'altronde anch'io ero bella: capelli biondi, occhi azzurri, alta 1 metro e settantacinque, magra, ma con la quarta di seno, il sedere a mandolino e le gambe toniche e slanciate.
Ci presentammo e una volta terminati i convenevoli, lui mi chiese:"Ti va di andare a fare un giro in macchina?"
Io accettai.
Durante il tragitto, c'era un semaforo rosso e lui ovviamente si fermò. Ne approfittò per mettermi una mano sulla coscia ed io ovviamente non porsi resistenza, Carlo allora, ne approfittò ancora e fece scorrere la mano sotto la gonna..
Ma, l'auto che era dietro di noi, richiamò la nostra attenzione suonando con il clacson: era di nuovo verde.
Carlo, contrariato, tolse la mano e riprese a guidare, concentrandosi sulla strada.
Finalmente arrivammo a destinazione: un luogo buio e isolato, dove non poteva vederci nessuno.
Carlo mi disse:"Manuela, ora andiamo sui sedili posteriori, così stiamo più comodi"
"Va bene"risposi.
Ci sedemmo sui sedili posteriori della sua auto e iniziammo a baciarci con foga.
Io gli appoggiai una mano sulla patta dei pantaloni e sentii il suo cazzo durissimo, aprì i pantaloni e iniziai a fargli una sega, con la mano che scorreva rapidamente su e giù per il suo cazzo eretto di 20 cm. Lui, intanto, mi mise una mano sotto la gonna, e scostandomi il perizoma nero, mi mise un dito nella figa bagnata e mi masturbò velocemente, mentre con l'altra mano, mi palpava il seno.
Ad un tratto, lui stava per venire e allora mi disse con la voce ansimante:"Dai fammi un pompino."
Io non me lo feci ripetere 2 volte e mi misi in bocca il suo cazzo duro, e iniziai a leccarglielo e a succhiarglielo, tanto che lui sborrò e io bevvi tutto.
Dopo ciò, lui si chinò, mi aprì le gambe e mi passò la lingua sulla mia figa calda e bagnata e la succhiò e la leccò, mentre io ansimavo eccitata.
L'eccitazione ormai era a un livello altissimo, perciò io gli dissi:"Dai mettimelo dentro.. Non ne posso più!"
Carlo aveva di nuovo il cazzo eretto e allora mi tolse il perizoma e me lo mise tutto dentro, e iniziò a dare dei colpi prima lenti e poi più veloci, finchè lui mi disse:"Posso venirti dentro?"
Lui non aveva il preservativo e io non prendevo la pillola, allora gli dissi:"No, vienimi in bocca."
Allora Carlo tirò fuori il cazzo rapidamente e me lo mise in bocca, sborrando tutto ed io bevvi avidamente.
Ormai eravamo stanchi e lui mi disse:"Ti riaccompagno a casa."
Io acconsentii, ma durante il tragitto avevo ancora voglia e mentre guidava, gli tirai il cazzo fuori dai pantaloni, glielo masturbai velocente e gli feci un altro pompino con ingoio.
Da quel momento, io e Carlo ci vediamo spesso per fare incontri bollenti.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 29): 7.03 Commenti (10)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10