STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
sabato serail trans e sua sorella in mezzo ioScoprire la troiaggine di mia moglie-Inaspettatamente insiemenel camerino di ZaraLa mia sexy migliore amica..sempre a gambe aperte...CON MIA NUORA? EPPURE E' SUCCESSO.Guardare
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

la mia ragazza fottuta da rocco siffredi
Io e la mia ragazza siamo in viaggio a Roma per trascorrere un weekend romantico. Siamo quasi a Termini quando veniamo a conoscenza del fatto che Rocco Siffredi, mio grande mito, è in visita nella capitale per promuovere l' ennesima fatica filmografica. Io, preso dall' entusiasmo, propongo alla mia lei, una bellissima ragazza, bionda, con un bel culetto , gambe lunghe ed una seconda a coppa di champagne, di andare sul luogo dove Rocco incontrerà i suoi fans per regalargli magliette e per firmare autografi. Anche se lei sulle prime vuole convincermi del contrario, io immediatamente capisco che è incuriosita dal fatto di incontrare lo stallone italiano. Dopo aver preso la metro arriviamo al luogo dove Rocco è già sommerso dalle richieste dei fans: ci sono molte troiette pronte a farsi palpare dalle sapienti mani del maestro, oltre, ovviamente, ai tanti adepti della sua arte, che, come me, vorrebbero strappargli degli aneddoti. Impresa impossibile, perchè la gente è davvero troppa, non si respira e per di più siamo in piena estate. Rocco è vestito in pelle, come da buon master, con una t-shirt aderente. La mia ragazza subito viene attratta dal suo fisico, alto e ben messo. Nonostante volesse ricacciare dentro se stessa le sue fantasie,io, che la conosco da oltre un decennio (siamo insieme da più di dieci anni ed il sesso va alla grande), capto dal suo sguardo da vera porcona la sua eccitazione. E' fasciata da un leggero vestitino chiaro, con dei sandali estivi che lasciano intravedere la sua pelle ambrata e le sue gambe lunghe e sode, ma, soprattutto, il suo culone che io amo tanto. Ad un certo punto, mentre stiamo per allontanarci perchè la ressa dei curiosi ci ha già stancato, lei mi dice che deve andare in bagno per fare la pipì. Per farlo, deve passare per forza per il negozio dove Rocco sta promuovendo il suo ultimo film. Un pò infastidito dal fatto che lei debba passare davanti a tutti quegli arrapati, non posso far altro che attenderla. Nel mentre, vedo che anche Rocco si allontana dai fans per andare chissà dove. Subito la mia mente viaggia: "E se si incontreranno in bagno?" Poi subito dopo dico a me stesso: "Che cazzate, che vado a pensare" Passa un pò di tempo e intanto lei non torna, così mi decido ad oltrepassare la ressa di curiosi per andare a vedere cosa succede nelle toilettes. Ecco che mi si presenta uno spettacolo a dir poco surreale: Rocco che parla con la mia ragazza, la quale, arrossita, non riesce nemmeno a guardarlo in faccia. La porta è a vetri quindi io riesco a vedere ciò che accade nell' ingresso dei bagni che, guardacaso, sono misti, senza alcuna distinzione tra uomini e donne. A questo punto voglio vedere fin dove si evolve la storia e rimango a guardare dall' esterno. Allontanatesi alcune persone mi riesce facile anche ascoltare ciò che si dice nei bagni: alcune ragazze escono dopo aver salutato lo stallone, rimane così soltanto la mia ragazza chiusa in bagno e Rocco scortato da un paio di bodyguard. Ad un certo punto la mia ragazza esce e Rocco congeda gli addetti alla sicurezza, intrattenendosi con la mia lei che continua a farle domande su domande.Io, incazzatissimo, non vedo l' ora di farle una scenata e magari rimandare il weekend. E lei che faceva la pudica quando cercavo di farle vedere alcuni spezzoni di film porno con Rocco protagonista. I due bodyguard mi bloccano quando cerco di raggiungerla, dicendomi che Rocco ne avrà per molto quindi è meglio non occupare il bagno. Io tento di far capire loro che dentro c' è la mia ragazza indicandola con la mano ma loro mi intimano di non entrare. Non mi resta che guardare dal di fuori cosa accade. Nel silenzio riesco ad ascoltare le loro parole, ingrifandomi come un toro: comincia a gonfiarsi la patta dei miei pantaloncini, solo al pensiero che Rocco potesse sfiorarla. Ma ecco che le mie fantasie più perverse e recondite si materializzano: i due entrano dentro al bagno ed io me ne fotto delle guardie, che nel frattempo si sono allontanate, per andare ad origliare dietro la porta del wc. La mia ragazza inizia a fargli dei complimenti, Rocco le prende le mani strusciandosele sulle sue gambe. Rocco è altissimo dal vivo, e la mia ragazza, bassina, al confronto sembra una bambina. Allora sento che Rocco le dice: "Quello stronzo del tuo ragazzo dove sta?" "E' qui fuori che mi apsetta" "Fallo aspettare". Dopo aver detto ciò, Rocco si slaccia i pantaloni e sento che le mette il cazzo in bocca, poi le palle e, non contento, si gira per farsi leccare il buco del culo. La mia ragazza, come se posseduta, esegue tutti i suoi ordini. Sento che Rocco le dice: "Dai, troia, leccami bene il culo, aprendosi le chiappe e offrendole il suo orifizio. Adesso ti faccio assaggiare i miei piedi puzzolenti, dillo a quello stronzo del tuo ragazzo che sei una puttana che si fa sbattere in un cesso pubblico". Io non resisto, comincio a masturbarmi e sto per venire ma poi penso che siamo solo all' inizio.La rabbia iniziale lascia prendere il sopravvento all' eccitazione. Spiando al buco della serratura, vedo che la mia ragazza ha iniziato a lavorare di bocca anche i piedi di Rocco, il quale si toglie i calzini scuri e le mette tutte e cinque le dita in bocca, ordinandole di leccare per bene, come le sue troiette che recitano nei suoi film. Dopo che si è fatto leccare per bene culo, palle e piedi, le strappa il vestitino, le sputa in faccia e la mette a pecora sfondandole il culone, rimanendole però il suo perizoma. Glielo sposta con molta foga dicendo "Ti piace il cazzo, eh, puttana". Altri due colpi e lei non riesce a trattenere il piacere, esplodendo in un lago di orgasmo, proprio dal culo. Il liquido bianco scende giù fino a terra. "Sei proprio un' attricetta maiala, porca". Rocco continua a prenderla dietro ma, accorgendosi che le fa molto male (non mi ha mai dato il culo, la stronza), comincia a ciucciarle le tette, prima di fottersela in fica. Il cesso è piccolissimo, Rocco le sfila il perizoma e le lecca la fica, che oramai gronda di piacere, poi gli mette il perizoma in bocca per non farla gridare e le dice "You' re nasty, nasty, very good". La mia ragazza non dice una sola parola, ma mugola come una cagna arrapata. Si tocca le tette mentre Rocco la penetra in piedi e le mette il dito in bocca che, assieme al perizoma attorcigliato, rischia di soffocarla. Allora Rocco decide di farla abbassare a terra e di metterglielo in fica da dietro, facendosi leccare, come fa di solito nei suoi film, i piedi. "Godi, godi puttana, godi che ti faccio fare un film. Adesso sto per venire ma prendimi il cazzo in bocca altrimenti ti metto anche incinta, cagna". La mia ragazza oramai è una maiala in balia di Rocco che la inonda di sperma su tutto il viso. Prima di rivestirsi, però, Rococ le dice: "Aspettami, adesso devo pisciare". "Si, mio padrone", risponde la mia troia che dopo aver bevuto il suo piscio, si lecca le dita e si tocca la fregna grondante. Il puzzo di piscio e sudore oltrepassa il piccolo wc e pervade anche l' ingresso dei cessi mentre io oramai esausto (ho avuto 3 orgasmi durante la loro scopata) mi accingo ad allontanarmi per far finta di nulla. Così Rocco e la mia ragazza escono dal wc sudatissimi facendo finta di non essersi mai incontrati. Rocco ritorna dai fans adocchiando già la sua prossima preda, lei, invece, mi viene incontro per andare via dal negozio. Io non riesco a trattenere l' ennesimo orgasmo (il quarto) quando mi accorgo che siamo ancora in treno ed è stato, fortunatamente, tutto un sogno, un piacevole sogno!

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 16): 4.88 Commenti (3)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10