STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
lo sconosciuto..La mia adorata moglie . Finalmente complice !!vero godimentocognata in astinenza di cazzoDEPILATA O NO? parte 1°mia moglie in aiuto del mio capo ufficioUltimo Trimestre IIIora sempre senza mutandine
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

la porta socchiusa
ormai, tra me e mia moglie c'era un accordo tacito, chi si svegliava per primo avrebbe "svegliato" l'altro.
mia moglie simona, 38 anni, bionda, fisico da modella con un seno invidiabile, un culo fantastico.
sposati da 3 anni dopo una convivenza di altri 2, senza figli, io libero professionista e lei impiegata in banca, dove fra un prelievo ed un versamento l'avevo conosciuta.
quella mattina la trovai distesa su un fianco, completamente nuda, del resto il tepore estivo lo permetteva. mi avvicino e l'abbraccio spingendole il cazzo fra le cosce, carezzo il seno mentre la simo prende coscienza di quello che l'aspetta. si volta sorridendomi e mi porge le labbra. le lingue s'intrecciano in un bacio di fuoco. ho il cazzo più duro ke mai, simo lo prende fra le mano, con una mi fa una sega, l'altra si dirige sulle palle carezzandole. sfioro la fica ormai bagnata, mi metto nella posizione del 69 e comincio a baciare quel bosco di peli, il percorso è breve, comincio a succhiare il clito mentre lei si sfama col mio cazzo. sento le labbra scendere e risalire sul pene con un movimento lento. lecco e bacio le sua fica fino a quando mi dice di scoparla. aspetto sempre che sia lei a farmi questa richiesta, mi piace sentir dire:
< scopami amore...scopami ora>
mi giro e mi metto su di lei ma senza entrare nella fica. sò che sarà lei a prendere il cazzo , prima masturbandosi con la cappella, poi lo punta e con un colpetto di bacino lo infila dentro. mi muovo su di lei sempre più veloce.
<oh amore...che bello...si così...ti sento dentro di me...dai spingi...voglio venire con te...si...si...vengo...vengo...siiiiiiii>
veniamo all'unisono, poi abbracciati per un pò facciamo passare alcuni minuti scambiandoci baci e carezze.
<amore...si fa tardi...una doccia e vado in ufficio>
la guardo mentre si infila la vestaglia e si dirige verso la doccia. rimango a letto ancora in estasi per quella scopata. simo torna e comincia a vestirsi, mi saluta con un bacio dandomi appuntamento per il pomeriggio. una volta uscita mia moglie mi dirigo verso il bagno che uso di solito, ne abbiamo 2 più uno per la domestica.
già, la domestica, angela, una donna di circa 50 anni, un fisico discreto con 2 tette non grandi ma che fanno la loro figura.
mi avvio verso il bagno e vedo la porta socchiusa della stanza di angela, sbircio dentro e vedo la domestica sul letto, con una mano fra le cosce e l'altra sul seno, si sta masturbando fra piccoli gridolini e contorcimenti, fino a venire. non mi faccio accorgere e vado sotto la doccia.
mi vesto e scendo in cucina, angela sta facendo il caffè, mi siedo mentre aspetto il caffè e le dico.
<senza volerlo ho visto dalla porta socchiusa mentre ti stavi masturbando>
la vidi diventare rossa in volto dall'imbarazzo.
<mi scusi dottore...che vergogna...non immaginavo che la porta fosse aperta>
< non preoccuparti...sono cose che succedono...credo che hai sentito cosa accade nella nostra camera>
<beh si...i muri sono sottili...si sente tutto>
<ti eccita sentire?>
<si molto...al punto che non resisto...ma ho vergogna che lei se ne sia accorto>
<la prossima volta farò ancora più rumore>
dissi sorridendole.
<buona giornata dottore>
mi disse ricambiando il sorriso. tutto il giorno combinai poco, mi trovavo spesso a ricordare angela mentre si contorceva dal piacere.
la mattina seguente fu mia moglie a svegliarsi per prima. sento le labbra sul mio cazzo mentre prendo conoscenza, mi trovo la fica davanti al viso, mi ci tuffo infilandoci la lingua. dopo alcuni minuti mi stendo sulla schiena facendomi scopare dalla simo.
<dai simo...sei la mia troia...scopami...lo fai come una professionista>
dissi a voce alta sicuro che angela avrebbe sentito.
<si...mi piace quando mi chiami così...troia...sei tu che mi fai sentire troia...sono la tua troia>
rispose a voce alta.
la penetro intensamente, simo vibra ai miei colpi, contrae la fica come a impriggionare il cazzo, è il segnale che sta per venire.
<si dai riempimi la fica...si cosi...si...siiiiiii...oooohhhhhhh>
siamo venuti così, simo sopra di me mentre mi cavalcava.
solita doccia poi , dopo un bacio mi saluta ed esce per andare al lavoro.
mi alzo e mi dirigo verso la stanza di angela. non è chiusa, la apro e vedo angela contorcersi sul letto, ero ancora nudo, mi avvicino e le punto il pene sulla bocca che si apre e lo accoglie tutto. la sua mano è ancora fra le cosce.
<c'è ancora il mio sapore mischiato con quello di mia moglie>
le dico, a quelle parole comincia a succhiare il cazzo come una ventosa, la mano fra le cosce si fa sempre più veloce. sfilo il cazzo dalla sua bocca, lei si distende allargando le cosce, la penetro fino in fondo. è rossa in volto, ma non di vergogna, bensì di piacere. emette piccole grida e si contorce. alza le gambe per accogliermi tutto dentro, la fica è un lago di umori e di piacere. la scopo freneticamente. trema di piacere, sento le sue braccia sulla mia schiena, le sue gambe cingono i miei fianchi che , contraendosi, danno il ritmo verso il suo bacino.
<voglio prenderti da dietro>
le dico aspettandomi un rifiuto. per tutta risposta, angela si gira e si mette a carponi sul letto, mi metto in posizione dietro di lei, le inumidisco il buchino del culo con i suoi umori passando le dita sulla fica e poi sul culo.
entro in lei lentamente tenendola per le tette. lei si alza rimanendo in ginocchio con il cazzo nel culo e le mani sulle mie che stringono il seno. è lei che si muove facendosi inculare. si ritrae per poi tornare verso di me accogliedolo tutto dentro. mi piace al punto che non mi sposto da quella posizione, altrettanto piace a lei che si muove lentamente.
<oh dottore...che bello...spinga...me lo faccia sentire tutto dentro...mi fa impazzire>
il ritmo si fa veloce, non devo muovermi, è lei che si muove più veloce, una mano si stacca dalle mie e si dirige verso la fica. si muove sempre di più e mentre si masturba mi offre le labbra girandosi verso di me. sento il mio sapore sulla sua bocca, la bacio tenendola sempre per le tette.
<oh...oh...ohhhhhh...vengo...si vengo...adessoooooo>
la sento vibrare di piacere mentre vengo dentro di lei, stringendola sui seni e spingendo il cazzo con tutta la forza dentro il suo culo.
ci lasciamo cadere esausti sul letto, angela ancora mi carezza il cazzo, poi dice,
<per il caffè dovrà attendere qualche minuto>

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 232): 7.02 Commenti (10)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10